Il golf è uno sport adatto ai bambini?

Tempo di Lettura: 3 minuti

Agli occhi dei profani, il golf non è uno sport da bambini, anzi. Film e telefilm ci mostrano gentiluomini ben vestiti, che usano il campo soprattutto come un’estensione dell’ufficio. Eppure, i grandi campioni iniziano tutti a giocare da piccoli, tranne per poche eccezioni, il che smentisce questa credenza diffusa.

Perché sì, come tutti gli appassionati già sanno, il golf è uno sport adatto anche ai bambini.

Quando iniziare a giocare a golf?

Si dice che Tiger Woods abbia iniziato a giocare praticamente quando ha iniziato a camminare. L’idea di iniziare al golf tuo figlio poco più che neonato è affascinante, ma forse è meglio aspettare. L’età minima consigliata per iniziare a giocare a golf è intorno ai 6 anni, infatti, mentre l’età ottimale è intorno agli 8 anni.

Prima di iniziare a giocare, è importante che il bambino abbia la struttura ossea e muscolare adatta per sostenere la rotazione dello swing. Di solito, questo avviene tra i 5 e i 7 anni, anche se ogni bambino è un mondo a sé. Inoltre, è importante che il bambino riesca a seguire la lezione con attenzione, cosa molto più difficile sotto i 6 anni.

L’età migliore per iniziare a giocare a golf è però tra gli 8 e i 12 anni. A questa età, i bambini hanno una discreta capacità di concentrazione e sono molto più coordinati che a 6 anni. Di conseguenza, apprendono i fondamentali con relativa semplicità. Rimangono però abbastanza piccoli da poter plasmare il proprio fisico in funzione del golf, proprio come fanno gli atleti di altre discipline.

Come far appassionare tuo figlio

Se sei tu stesso un golf addict, far interessare tuo figlio al golf è relativamente semplice: i bambini imparano sempre dai genitori. Il piccolo Tiger Woods guardava il padre allenarsi per ore, appollaiato sul suo seggiolone. Phil Mickelson imitava lo swing del padre, motivo per cui ha imparato a giocare con la sinistra pur essendo destro.

Ciononostante, insegnare a giocare a golf a un bambino richiede qualche accortezza.

  1. Scegli un set adatto: niente drive da adulti, troppo lunghi e pesanti per un bambino.
  2. Insegnagli solo le regole fondamentali: il resto verrà dopo. Troppe informazioni tutte insieme potrebbero confonderlo e, di conseguenza, allontanarlo dallo sport.
  3. Trattalo come un gioco: ingolosiscilo con palline e attrezzature colorate; asseconda le sue curiosità; proponigli piccole scommesse e premi, se arrivano all’obiettivo.
  4. Coinvolgi amici e cuginetti: il golf può essere uno sport solitario o di gruppo, a seconda di come lo giochi. Se vuoi far appassionare un bambino, la strada migliore è trattarlo come uno sport da fare in compagnia. I piccoli golf addict si inciteranno a vicenda, alimentando l’uno la passione e l’agonismo dell’altro.
  5. Non forzarlo, anche se per un golf addict può essere dura. Se tuo figlio non ne vuole proprio sapere, lascia perdere. Se lo vorrà, potrà cominciare più avanti.

I benefici del golf per i bambini

È normale che un golf addict cerchi di far appassionare figli e nipoti al golf. Se però non hai mai giocato a golf, perché dovresti farlo fare a tuo figlio?

Come detto sopra, circola l’idea errata che il golf non sia uno sport adatto ai bambini. In realtà, iniziare a giocare a golf da piccoli fa bene al corpo e alla mente.

  1. Migliora la coordinazione, dato che ogni colpo è un insieme di movimenti in perfetta armonia tra loro.
  2. Aumenta la concentrazione: nel golf, ogni distrazione e decisione avventata può costarti punti preziosi.
  3. Insegna ad essere pazienti e attenti: prima di ogni colpo, il campo va studiato con attenzione. Questa capacità di analisi torna utile in tante cose della vita.
  4. Insegna la bellezza di passare tempo all’aria aperta.

Insomma, non ci sono più scuse: porta tuo figlio a giocare e, se non l’hai ancora fatto, inizia a giocare anche tu. Sarà uno splendido modo per passare del tempo insieme.


Copyright- Tutti i diritti sono riservati.
È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di Golf Addict..